Molto Aspirante e Poco Runner

Questo è un periodo in cui sono stanca, come molte persone in questa stagione. Settimane in cui la fine dell’anno scolastico e delle  attività varie dei figli porta come conseguenza recite, feste, cene, saggi, premiazioni, tornei, saluti, regali e quant’altro. Oltre ovviamente alla burocrazia infinita, legata alla organizzazione estiva dei figli in attesa di andare in ferie pure noi.  Una settimana, dieci giorni di riposo, ma poi a casa a non far niente tutto il giorno non si sta, quindi certificati medici, valigie, fai e disfa,  partenze e ritorni, spostamenti vari e incastri da metà giugno e per tutto luglio. Ma va bene così. E’ giusto così, i ragazzi devono essere impegnati.

Sarò per questo motivo sarà che ho avuto un problema fisico che mi ha tenuto lontano dalla corsa per un circa un mese, sto faticando moltissimo a riprendere.

Sono in un periodo di crisi nera lato corsa.

Non riesco a trovare motivazioni.

Non riesco a trovare più spazi di tempo per me.

Non riesco a decidermi ad infilare quelle scarpe e ad uscire.

Ho ricominciato a pormi domande come  “Quando?” “Dove?”  “fa caldo?” “ ma ancora non sto poi così bene”  e via dicendo… e speravo davvero che questa fase fosse terminata. Questo tipo di post li scrivevo un anno fa circa, non ora!

Detto questo, d’altro canto, sento la necessità di correre perché da quando ho staccato ho una sensazione di ansia permanente, una non tranquillità in cui non mi riconosco più. Correre fa benissimo al nostro equilibrio psico-emotivo e sono consapevole di questo più che mai. Ma non riesco a decidermi.

Inoltre, con orrore, ho scoperto che mi ricomincia a venire il fiatone quando accelero il passo in salita accompagnando mia figlia a scuola e quando salgo i miei quotidiani 4 piani a piedi, salendo da un garage sotterraneo.

Ma allora perché non mollo tutto e non vado?

So che devo ricominciare piano ma so anche che dopo 4 o 5 uscite tornerò quasi ai livelli di prima e so che comunque  più aspetto e più la situazione peggiorerà.

Sono stanca fisicamente ed emotivamente, come mi capita ogni anno in questo periodo.

So che devo pormi nuovi obiettivi, che siano alla mia portata e che allo stesso tempo mi inducano ad uscire di nuovo e a muovermi.

Non avrei pensato di ripiombare in questo stato di non amore per la corsa. Non mi manca correre però c’è una differenza rispetto al passato: mi manca quella sensazione di benessere che solo le endorfine ti danno..

Ho tergiversato a scrivere questo post. Ora l’ho fatto. Ho messo le carte in tavole per mortificarmi pubblicamente e non ho più scuse.

Non sono depressa in fondo, quindi, cerco di non dar retta a Charlie Brown, raddrizzo la schiena e andrà subito meglio.

Forza e coraggio.

s.totaro_charlie-brown-e-la-postura-da-depresso.jpg

Annunci

38 thoughts on “Molto Aspirante e Poco Runner

  1. Un po’ di scarico mentale ci sta, soprattutto se sei incasinata con la vita. Prova a divertirti, tipo esci a correre 3K più forte che puoi, ti ci vuol poco in termini di tempo… e magari ritrovi la motivazione.
    Io sto passando lo stesso tipo di scarico, ma vedrai che passa.

    Liked by 1 persona

  2. Datti il tempo che ti occorre nel modo in cui ti occorre. Capita a tutti. L importante non è ottemperare all obbligo della corsa ma al ben-essere psicofisico. Se ti aiuta leggere o scrivere o camminare fallo e molla la presa su tutto il resto. Appena molli tornerà… un bacione 😘

    Liked by 1 persona

  3. Ti capisco benissimo. ..sonk nella stessa situazione. .. solo che io ho fatto una pausa di un anno…e ora è dura riprendere… ad ogni uscita ho miglioramenti quindi dovrei sentirmi motivata eppure continuo a trovare scuse, oggi è brutto, ho dimenticato le scarpe a casa, oggi non ho tempo, oggi non mi devo stancare troppo perché domani è una giornata impegnativa…

    Liked by 2 people

      1. Anche a me manca quel benessere, onestamente non mi piace molto correre, quel che mi piace è quella sensazione che provo mentre corro e mi sforzo di non mollare, e una volta superata la crisi del primo km comincio a stare bene. ..e anche se nel post corsa sono dolorante mi sento talmente bene che passa tutto in secondo piano

        Liked by 1 persona

      2. No no, corro solo per me, sul mio blog ho postato lo screen shot dell ultimo allenamento (il post è: #day28 ) ma vorrei almeno superare il test del moribondo… quando correvo costantemente ci ero quasi riuscita

        Liked by 2 people

  4. Il fatto di avere scritto i tuoi propositi nero su bianco potrà stimolarti a riprendere l’attività.
    Così come io ho scritto i buoni propositi 2016 per poi valutare se li sto perseguendo oppure no.
    Ciao

    Mi piace

  5. Non mollare! Pensa alle corse fatte in passato a quanto ti hanno fatto stare bene, so che sei consapevole di questo, lo hai anche scritto, però ripensaci intensamente e senza fare altro prenditi 20 minuti, infila le scarpe da running ed esci, fallo per te, ne varrà la pena e sono certo che riuscirai a farlo anche domani e dopo domani e dopo domani ancora…

    Liked by 1 persona

  6. Succede anche a me.sono40 giorni che non faccio pesi perché non ho voglia o per altri motivi famigliari.non per questo mi deprimo.la corsa non deve essere una droga.non devi porre dei traguardi,ma bensì un benessere fisico.non devi essere dipendente.

    Liked by 1 persona

  7. Secondo me il “fa caldo” “fa freddo” ecc…sono solo scuse che ti dai per non cominciare. Magari lo fai inconsciamente, ma sono scuse generate dal cervello che ha paura di faticare. Logico, una è stanca e pensare di correre per staccarsi di più…ma lo fai a livello fisico, perché dalla corsa la mente non può che giovarne! Perché non ti iscrivi alle 5:30 Run? Così poi puoi andare al lavoro e sono solo 5 km, al massimo alterni corsa a camminata!
    Dai che ce la fai, schiena dritta e, aggiungo io, un bel sorriso!

    Liked by 1 persona

  8. E’ solo un problema di testa: prova a staccare e a fare qualcosa di alternativo alla corsa. Delle belle camminate nella natura, osservando i fiori, i paesaggi, la gente… (cosa che quando corriamo non facciamo mai) oppure delle belle gite in bicicletta. Il tutto senza cronometri o cardiofrequenzimetri e magari senza abbigliamento tecnico o altra cosa che ti ricordi la corsa!!!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...