La cadenza del runner

shutterstock_228751057-633x421Uno dei punti di miglioramento, su cui ogni runner principiante dovrebbe concentrarsi per migliorarsi, è la cadenza.

La cadenza è il numero delle volte in cui il piede tocca il terreno in un determinato intervallo di tempo, di solito viene preso come riferimento il minuto.

La cadenza è molto più importante di quanto si possa pensare. Spesso un runner si concentra troppo sull’obiettivo di abbassare il ritmo medio, non sapendo, probabilmente, che è più facile lavorare e migliorarsi sulla cadenza che migliorerà la velocità.

La cadenza è strettamente legata alla lunghezza del passo. Più il passo è lungo e minore sarà la cadenza. Oggettivamente, le differenze nella struttura fisica dei runner incidono, e non poco, sull’ampiezza della falcata e di conseguenza sulla cadenza. Ma quello che molti ignorano è che più è alta la cadenza e minore è il rischio di infortunarsi. Infatti più è alta la cadenza, più corto è il passo e minore sarà la tendenza ad atterrare di tallone, riducendo così notevolmente il rischio di infortuni.

Ma qual è la cadenza perfetta, se mai ne esiste una, che va bene per tutti?cadenza_CFR

Mediamente i runner amatoriali ai loro inizi hanno una cadenza variabile tra i 140 e i 160 mentre i runner amatoriali TOP viaggiano intorno ai 180.  I professionisti possono arrivare ad avere cadenze anche superiori ai 200.

Un buon obiettivo, quindi, per ogni runner amatoriale è cercare di raggiungere una cadenza media intorno ai 180 passi al minuto.

Detto questo,
sono andata a rivedere che cadenza avevo 1 anno fa e 6 mesi fa e l’ho confrontata con quella attuale (figura accanto: dall’alto, Feb 15, Lug 15, Feb 16).

Sono soddisfatta perché i progressi, seppur lenti, si vedono e va benissimo così, visto che non mi alleno con la costanza e la continuità che vorrei.

Mi sto avvicinando ai 180 come cadenza massima ma il dato che considero significativo è il miglioramento nella cadenza media che in un anno è aumentato più di 10 passi al minuto.

 

Annunci

19 thoughts on “La cadenza del runner

      1. Il Chi Running è un metodo di corsa, creato da un americano, che abbina alla corsa le teorie del taijiquan, qi gong e daoyin. In pratica è un metodo che lavora principalmente sulla postura durante la corsa. Sto finendo di leggere un libro in merito… e magari dopo ci farò un post!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...