Albarunner si diventa

C’è poco da fare: per me alzarsi la mattina presto è faticoso. Ho scritto alzarmi perché in realtà  mi sveglio sempre presto, ma alzarsi e uscire dalle coperte è un’altra cosa rispetto a sonnecchiare o  leggere un libro.

Se poi fuori è buio, forzarsi di uscire per andare a correre è davvero pesante per me.P1130232_thumb[2]

Ho corso all’alba spesso quest’estate, ma sono diversi mesi che non uscivo di mattina. L’inverno è diverso, anche se in questo periodo non fa freddo e non si soffre per quello. Complice dei cambiamenti contrattuali in ufficio che, di fatto, mi impediscono di andare a correre nella mia pausa pranzo ecco che mi sono ritrovata davanti al bivio: e ora che faccio? Corro solo il fine settimana? Dopo tutto il percorso e gli sforzi intrapresi per cambiare il mio modo di vivere? Non posso mica mollare! Com’era il sottotitolo del mio blog? Ah sì: never ever give up.

Ecco quindi che ieri sera, dopo 14 giorni che non correvo (ho avuto un fine settimana straimpegnato), preparo sulla sedia in camera da letto tutto ciò che mi sente per correre.

Un po’ scettica, questa mattina mi forzo e mi trascino fuori dalle coperte. Non sono stata molto bene negli ultimi giorni e so che, non correndo da un po’, mi aspetterà un’uscita non piacevole.

In effetti, un po’ non mi sono ancora completamente ripresa, un po’ il buio mi intimorisce, un po’ consapevole che comunque questo sarò il mio running time se voglio continuare ad allenarmi con continuità, inizio a mettere un piede davanti all’altro con la determinazione di chi vuole farlo, ma con l’entusiasmo a zero.

E’ buio e non posso spingermi nel parco. Non sarebbe prudente. Ho a disposizione solo poco più di mezz’ora quindi non mi posso allontanare più di tanto. Mi ritrovo quindi a fare 5 giri dell’isolato con la sensazione di essere un criceto nella ruota della gabbia.

Mi son abituata troppo bene a correre in scenari vari e belli.

Ad ogni modo ho corso (di mattina presto) e questo è il mio primo successo.

Ho fatto una prestazione mediocre anche per i miei ritmi, ma me lo aspettavo.

Mi sono sbloccata e ho visto che è fattibile correre e poi occuparsi delle normali attività preparatorie prescuola e preufficio.

Correre al buio non mi piace ma le giornate si stanno allungando e tempo un mesetto la situazione sarà diversa.

Nonostante tutto, ho iniziato la giornata con un’energia impensabile.

Da rifare.

Annunci

31 thoughts on “Albarunner si diventa

  1. Pensa che io ho corso domenica mattina alle 8 (…) ed è stato DRAMMATICO, una fatica , mi sentivo mancare 😀 (cioè, sono seria…anzi chissà cos’avranno pensato quelli col cane che mi vedevano in stato agonizzante). Per ora continuo a correre dopo l’ufficio, pero’ mi “sarei” ripromessa questa primavera di iniziare con le corse mattutine per arrivare psicologicamente preparata alla calura estiva che mi impedisce di correre di sera. CE LA POSSO FARE… (????)

    Liked by 1 persona

    1. Sono certa della risposta: se ce l’ho fatta io ce la puoi fare sicuramente!!! La mattina comunque si ha meno energia o per lo meno ci si mette un po’ di più a carburare poi dipende se vai completamente digiuna, come ho fatto io stamattina, o mangi qualcosa di leggero ma energetico prima. Anzi consigliami un po’: cosa posso mangiare quando corro di mattina che sia veloce, energetico e che non mi si pianti nello stomaco mentre corro?

      Mi piace

      1. Allora, dipende da varie cose: la distanza che percorri innanzitutto e quanto passa dalla colazione alla corsa, perchè considera che ogni pasto va digerito e se il tuo corpo è impegnato nel processo digestivo, che dura circa 2 ore, non riuscirà a fornire energia adeguata alla corsa, quindi rischi di farti piu’ male che bene.
        Se si tratta di una corsa tutto sommato breve (entro i 10 km, cioè non una maratona per intenderci, nel qual caso il discorso sarebbe piu’ complesso), e corri in pratica al risveglio secondo me è meglio non fare colazione e mangiare dopo, visto che il dispendio energetico non è eccessivo e alcune energie si preservano dalla sera prima. Eventualmente, bevi un energy drink o un tè con un po’ di miele, visto che durante la corsa bruci prevalentemente carboidrati (pero’ ti consiglierei di bere e non di mangiare, proprio per evitare di incappare in rallentamenti digestivi).
        Se invece tra la colazione e la corsa passano circa due ore, allora ti consiglio una colazione completa di tutti i macronutrienti, quindi carboidrati, proteine e grassi, per esempio pane integrale tostato con formaggio spalmabile e un frutto, oppure uova strapazzate con pane tostato, o ancora avena con yogurt greco e frutta, o le classiche fette biscottate con burro e marmellata, o pane tostato con una o due fette di prosciutto cotto e 4 o 5 noci. Insomma le opzioni sono parecchie, pero’ assicurati sempre di lasciare spazio alla digestione. Spero di averti dato qualche buon consiglio. Ciao cara!

        Liked by 2 people

      1. È vero, ma io sono più tipo da attività al coperto 😀 Ho fatto anni di nuoto, poi acqua gym (compreso hydrobike) e alla fine l’acqua mi ha stancato. Ora sono un po’ di anni che vado in palestra e seguo i corsi…

        Liked by 1 persona

  2. Certo che è un inverno particolare, pensa che stamattina, uscendo sul balcone (alle 6,00 circa) non potevo credere che l’aria fosse così tiepida! Comunque, l’inverno è inverno ed alzarsi all’alba significa comunque che ti sei svegliata col buio, ci vuole molta forza di volontà per non parlare del fatto che ti devi lavare in fretta perchè si va al lavoro ecc ecc. Ecco perchè ti meriti un BRAVISSIMA! 😀

    Liked by 1 persona

  3. Mi sento di farti un applauso! La tua forza di volontà è stata magnifica e sei stata giustamente premiata visto che hai “iniziato la giornata con un’energia impensabile”. Ti invidio, vorrei avere la stessa forza di volontà quando si tratta di alzarsi all’alba a correre!

    Liked by 1 persona

  4. è inevitabile, quando il tempo comincia a scarseggiare, si insinua dentro di te l’idea di fare una levataccia e correre anche alle 5.29 come nel tuo caso, anche in inverno fidati.
    Personalmente quando vado a questi orari prendo un caffè e due biscotti, giusto percp non venga un crampo allo stomaco. Poi la vera colazione la faccio al rientro.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...