Runners Anonimi

Buonasera mi chiamo Monica e sono nove giorni che non corro. 

Infortunata? No

Malata? No

Stanca di correre? No

Solo sopraffatta dalle scadenze lavorative di fine anno, dai colloqui scolastici ( visto che ho scelto i colloqui mattutini, perché ho scelto proprio la settimana prima di Natale?) dalle recite, dalle verifiche e interrogazioni di mio figlio DSA, di cui in queste occasioni “pesanti” sono la lettrice personale anche per delle ore consecutive.   

Nove giorni senza correre e la stanchezza alle stelle. Ma la cosa che mi ha impressionato è che stanotte ho avuto un episodio di tachicardia che è durato molto più del solito e che non mi ha fatto chiudere occhio. Perché? Stress. Ormai sono abituata alle mie piccole ma costanti corse. E passare da 25/30 km alla settimana a zero ha avuto evidentemente i suoi effetti. Prima di iniziare a correre in effetti questi episodi erano più frequenti. L’ansia la riesco a tenere sotto controllo di giorno ma evidentemente prende il sopravvento nelle ore di sonno. 

  
Ma domani si corre finalmente. Preparo minuziosamente il borsone da portare in ufficio, mi preparo il pranzo da portarmi, metto in carica il Garmin e controllo di non aver dimenticato gli auricolari. 

Poi la disfatta: noooooo, domani ci sono le targhe alterne a Roma e io non posso circolare. In un attimo mi immagino mentre prendo l’autobus cercando di spingere le persone per far entrare sia il borsone sportivo sia la borsa del PC. 😳😳😳. Poi mi vedo camminare con le due borse a tracolla per il chilometro che divide la fermata del bus dalla mia sede di lavoro. E poi mi vedo la sera che torno indietro facendo il percorso inverso. 

Non ce la posso fare. 

  

Annunci

9 thoughts on “Runners Anonimi

  1. Caspita, mi sa che questo periodo è intenso un po’ per tutti, per vari motivi. Comunque, sei in piena sindrome da scarico, ti capisco, ma passa tutto appena ti fai la prima oretta di allenamento. Di sicuro il modo lo troverai e ce la puoi fare. 😉

    Liked by 1 persona

  2. Caspita che periodaccio! Capisco perché anche io soffro di tachicardia. Ma da quando corro gli episodi sono praticamente nulli. Oggi per esempio ne ho avuta una mentre mi vestivo per correre. Ho detto “Chissene il cuore io vado”. Diciamo che in molti punti è stata la testa a portarmi, ma ho chiuso la mia corsa con la consapevolezza che -chissà?! Se prima di Natale riesco a farne un’altra in pausa pranzo?! E chissà quando potrò correre bene di nuovo. Ma fa lo stesso, perché la corsa mi/ci tiene compagnia lo stesso, anche se per un motivo X non possiamo praticarla. Lei è sempre lì che ci aspetta…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...