Aspirante… Run Addicted

Sono abbastanza frustrata questa settimana perché le mie corse all’ora di pranzo sono saltate tutte in un solo attimo.

La scorsa settimana ho corso pochissimo perché sono stata influenzata e proprio non mi sentivo, visto che avevo giramenti di testa e le gambe molli come quelle di un mollusco. Questa settimana invece mi sento meglio così, nonostante nella mia corsa di lunedì io abbia risentito delle gambe ancora doloranti, mi ero fatta un programmino che prevedeva tre corse durante la pausa pranzo (lunedì, mercoledì e venerdì) più un allenamento più lungo di domenica.

Ma ecco che tutte le uova si rompono nel paniere in un solo momento, visto che una collega workaholic, con cui devo fare un lavoro, mi ha bloccato da oggi a venerdì, gli unici orari in cui entrambe eravamo disponibili: quelli a ridosso del pranzo.

Lezione n° 1- inserire in Outlook la pausa pranzo come appuntamento privato, almeno l’agenda risulta occupata e non possono incastrarmi con riunioni poco gradite 😉

Lezione n° 2 – mai fare programmi come se nella mia vita ci fosse solo la corsa. Il running è costantemente nella mia testa ma non ancora nella mia programmazione giornaliera, per lo meno, non come vorrei adesso, che quasi quasi sto diventando una aspirante run addicted.

download (3)Meno male che quando non corro faccio ginnastica in casa (o workout come va di moda dire adesso), con quelle utili app che ho scaricato sullo smartphone e che, devo essere sincera, aiutano tanto a tenere il ritmo e che puoi davvero fare nei ritagli di tempo.

Insomma quando posso correre, se l’unico momento che mi riesco a ritagliare è quello della pausa pranzo?

Bah!

Meno male che stasera vado a ballare, perché finalmente nella mia nuova vita ho inserito anche un’ora a settimana solo per me e il mio lui. 😉

Annunci

8 thoughts on “Aspirante… Run Addicted

  1. Lo so è una menata…anche io sono incarognita perchè stasera avevo programmato la mia corsetta post ufficio, tra l’altro oggi giornata splendida … ma ieri sera ho fatto la cavolata di allenarmi e poi, bella sudata, ho aperto le finestre per ventilare un po’ e fare corrente.. e io, il genio, che giravo per casa in piena corrente con canotta… ora collo bloccato (dirai, strano…) 😦

    Liked by 1 persona

  2. Ti capisco perfettamente, perché anche io molte volte penso più alla corsa, e poi a tutti gli altri impegni e come incastrarli. E’ da domenica che non corro, ma ho ancora il dito del piede che non è ok al 100%. Volevo provare domani, ma se poi mi fa troppo male e domenica alla gara non riesco a correre? Ansia e dubbi…uffa!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...