Un po’ di me in una nuova intervista

In questi giorni ho ricevuto svariate nomination a tag e ho scelto questo perchè mi sembrava il più completo.

Ringrazio Maria Antonietta del blog Divagazioni per avermi dato la possibilità di scrivere un po’ di me con questo TAG creato da Cuore di Cactus.

1)Qual è il momento della giornata in cui preferisci scrivere?
Non c’è un momento giusto. Quando arriva l’idea e appena si ha un momento di tempo, scrivo.

2)Preferisci avere musica in sottofondo o silenzio quando scrivi?
Di solito il silenzio, se c’è rumore fastidioso intorno a me, infilo le cuffie e mi isolo nel mio mondo.

3)Come e dove trovi l’ispirazione?
Leggo molto, da romanzi a saggi, da blog ad articoli che trovo in rete. Se mi interessa un argomento, cerco e mi informo e, se posso, mi confronto con gli altri. Tutto questo porta inevitabilmente a ispirarmi, se così si può dire. Poi in realtà mi piace raccontare nel mio blog una nuova me che sta emergendo come una sfida con me stessa quindi questa parte della mia vita è sicuramente fonte di ispirazione.

4)Ti è sempre piaciuto scrivere?
Sempre. Per anni ho tenuto diari, ho scritto molte lettere, cosa non più di moda, alle amiche e mi piace scrivere lettere al mio amato. Scrivo diari di viaggio e storie inventate da me. Ho sempre tenuto un diario per ognuno dei miei figli per appuntarmi cose mediche ma anche impressioni sulla loro crescita o semplicemente eventi che li riguardano e che con il tempo inevitabilmente poi si dimenticano. Sfoglio questi diari più delle fotografie, per me sono molto più significativi.

download (2)
5)Un personaggio o una storia che avresti voluto fosse frutto della tua creatività.

Il vecchio e il mare di Hemingway. Lo trovo un capolavoro e mi sarebbe piaciuta essere così brava da scriverlo io!

6)Un romanzo, una canzone e/o un film che ti rappresenta.673915
Paula di Isabelle Allende, letto molti anni prima che poi mi rappresentasse. Mi colpì molto all’epoca e mi fece riflettere tanto sul lutto e sulla forza necessaria per superarlo e per trovare il coraggio di andare avanti.

7)Un romanzo, una canzone e/o un film che secondo te tutti dovremmo leggere, ascoltare e vedere almeno una volta.
Uno dei romanzi di Pearl S. Buck per ricordarsi sempre che la nostra non è l’unica cultura al mondo

8)Un romanzo che ti ha sorpreso e uno che ti ha deluso e perché.image_book
Mi ha sorpreso La famiglia Winshaw di Jonathan Coe perchè è una saga familiare che si staglia in un arco temporale molto vasto. Inoltre la struttura particolare della narrazione mi ha molto intrigato: ci sono capitoli dedicati alla trama della storia alternati a capitoli dedicati all’approfondimento dei personaggi della famiglia fino a che tutti i pezzi del puzzle convergono nella trama.

Molti romanzi mi hanno deluso, ma quando si legge tanto non tutto può piacere, soprattutto quando si spazia molto tra generi diversi.

9)Qual è stato il tema della tesina della maturità e/o della laurea che hai scelto? Ti sei pentito di questa scelta?

Divorzio e Divorziati in Italia. Sono laureata in Scienze Statistiche Demografiche e Sociali e feci uno studio tra i dati dei divorziati e separati in Italia relativi ad un anno specifico e trovai interessantissimi (almeno per me 😉 ) correlazioni tra le tempistiche del divorzio e le sue motivazioni e la differenza tra il titolo di studio dei coniugi.

10)Quale strumento musicale ti piacerebbe imparare a suonare? O suoni già?

Mi sarebbe piaciuto saper suonare uno strumento ma non ho mai studiato in tal senso. Forse un po’ di rammarico c’è.

11)Una fotografia e/o un dipinto che secondo te parla da solo.

 Il bacio di Klimt

gustav-klimt-gold-tile-5_65

12)Una poesia carica di significato.

Mattina di Giuseppe Ungaretti 

M’illumino d’Immenso.

L’efficacia e la potenza delle parole mi hanno sempre affascinato

13)Blog che raccomandi ai tuoi followers.

Ce ne sono moltissimi, per tutti i gusti. Alcuni sono davvero scritti bene quindi consiglio solo di esplorare e leggere.

Taggo tutti i miei followers che hanno voglia di fasi conoscere un po’ di più.

Annunci

6 thoughts on “Un po’ di me in una nuova intervista

  1. Posso essere scioccata per la somiglianza di alcune risposte con le mie? Tu, però, sei stata più precisa e non hai glissato come me su alcuni punti ed è molto apprezzabile. Mi hai fatto incuriosire citando La famiglia Winshaw e penso proprio che lo comprerò. Comunque, belle le tue risposte. Grazie per aver partecipato al tag, sebbene lo abbia lanciato in forma libera. 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Mi sto mettendo in pari coi post…e mi ha fatto molto piacere leggerti! Adoro Klimt, e l’ho portato in tesi della 5° superiore! E l’idea del diario dei figli mi piace molto, fai benissimo! Una volta scrivevo un diario, poi ho smesso. Mi limito a tenere un diario dei viaggi e a scrivere pensieri su un quadernino…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...