Ma i runner si salutano?

runner salutoQuando corro, mi sono chiesta più volte se salutare gli altri runner è un’abitudine consolidata o no.

Qualcuno saluta, qualcuno no.

Eppure in rete il dibattito è molto acceso.

Credo che salutare una persona che sta facendo la tua stessa attività, nel tuo stesso posto, nello stesso momento, sia una buona abitudine. E’ un saluto che in fondo è rivolto a qualcuno che condivide con te una passione, che prova la stessa gioia nel correre e che fa i tuoi stessi sacrifici per farlo: affronta la stanchezza, la fatica e la stessa malsana abitudine di correre quando si può. Si corre all’alba l’estate quando fa caldo, si corre la sera prima dell’imbrunire, si corre all’ora di pranzo d’inverno sfidando i commenti sarcastici dei colleghi che, riuniti tutti intorno ad una tavola di una mensa o di una tavola calda, ti scherniscono per la tua scelta assurda di andare a correre prima della riunione delle 15. Ma il runner è abituato a questo. Per svariati motivi, chi corre, si è sentito chiedere spesso “ma chi te lo fa fare?” e alzi la mano chi non gli è mai successo. In ogni caso spesso si fanno sacrifici per ritagliarsi quel momento per se stessi così fondamentale per la nostra vita e il nostro benessere.

Allora perché non si dovrebbe salutare un’altra persona, anche se non la conosci, che sta affrontando le tue stesse scelte?

Perché come dice la didascalia della foto, ci si riconosce.

Esattamente come succede quando si percorre un qualunque sentiero di montagna: si saluta ogni persona che si incontra. Stesso motivo, si condivide un momento speciale, un’attività in comune, ci si riconosce.

Ma le cose non sono così semplici perchè molti runner non salutano e questo proprio non va giù a chi invece lo fa. Basta cercare un po’ in rete e si troveranno diversi forum in cui l’argomento in questione è bollente.

Mi sono imbattuta in un articolo molto divertente che cerca di fare ordine con ironia – e a noi l’ironia piace – sul saluto dei runner. Ve lo consiglio. Per leggerlo,questo è il link: BrosToRun

Ad ogni modo, nella mia piccola esperienza, posso dire che secondo me c’è anche un riconoscersi sul tipo di runner. Ho notato che quando corro con mio marito, runner da molto più tempo di me, tutti salutano, mentre quando corro da sola mi salutano solo alcuni. Ok, non dimentichiamoci che io sono solo un’aspirante runner, ma può essere forse davvero questa la discriminante del saluto?

Annunci

11 thoughts on “Ma i runner si salutano?

  1. Io cerco di salutare sempre, ma saluto solo quelli che mi guardano e che mostrano la stessa voglia di salutare. Se uno fissa lo sguardo lontano (magari dietro occhiali super-tecnici) o si guarda i piedi quando passa, non lo saluto. Il saluto è importante, il saluto è riconoscere nell’altro la stessa voglia di migliorarsi. Non va sprecato. 🙂

    Liked by 2 people

  2. Io saluto tutti! Quelli che passano in bicicletta, quelli che portano in giro il cane, quelli che escono presto la mattina. Insomma, tutti (a parte gli automobilisti). Alcuni sono pronti a rispondere, altri mi salutano con un po’ di sorpresa (non se lo aspettano). Altri mi guardano come se fossi un alieno e pensano “ma la conosco????” 🙂
    Però io continuo a farlo: mi sembra educazione minima. E poi quando sono fuori, tentando di migliorare me stessa, sono felice e quindi un “buongiorno!” detto con il cuore e il sorriso può migliorare anche la giornata di qualcun altro.

    Liked by 1 persona

  3. Io ho notato anche questa cosa. Se incontro gente del posto come me (abito in una località turistica montana) , mi salutano sempre. Se incontro turisti, molte volte non mi salutano. Addirittura, lo scorso weekend, che c’erano le gare di skyrunning, ho incrociato 2 atleti: lui mi ha salutato, mentre lei (incrociata poco prima) ha tirato dritto come se niente fosse. Forse non ero abbastanza “top runner”..mah!? Comunque condivido tutto quello che scrivi!

    Liked by 1 persona

  4. Da quello che ho potuto notare i runners si salutano sempre, non solo con un cenno o un sorriso dato che spesso ci si scambia anche il buongiorno o un “salve”. Un signore anzianotto stamattina è riuscito a dirmi :”ma quanto diavolo corri! ” alla seconda volta che ci si incrociava. Al parco invece puoi correre tranquillamente con gli occhi fissi sul terreno:ci dev’essere qualcosa nell’aria che li rende tutti seriosi, concentrati e a volte pieni di sé.

    Liked by 1 persona

  5. Io tendo a salutare tutti (anche i non runners) però molto dipende da dove e quando ti alleni.
    Tanto per fare un esempio quando corro al parco delle Cascine, che per Firenze è il luogo dove TUTTI si allenano, saluto solo gli amici perchè non avrei proprio ne’ il tempo ne’ il fiato per salutare davvero tutti quelli che incrocio e tutto sommato anche gli altri si comportano così (magari c’è una regola non scritta…).
    Quando invece corro in campagna o in periferia, magari la mattina presto d’inverno, saluto davvero tutti quelli che trovo: podisti, suore che vanno alla messa, persone che portano fuori il cane, anziani che vanno a comprare il giornale, extracomunitari che aspettano l’autobus… E quasi tutti contraccambiano gentilmente meravigliati!
    Quando sono particolarmente in vena saluto perfino i ciclisti, che notoriamente coi podisti non vanno molto d’accordo… Gli automobilisti invece non li saluto mai: perchè dovrei salutare chi mi fa respirare a pieni polmoni i suoi fetidi gas di scarico?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...